CONDIVIDI
Matera - Sasso Barisano

Quando si arriva in Basilicata, si ha l’impressione di utilizzare il senso della vista per la prima volta. Questo territorio veicola un messaggio misterioso che vale assolutamente la pena tentare di comprendere. È una regione che si lascia percorrere ed esplorare anche negli angoli più remoti, ma senza mai svelarsi del tutto. Ed è questa continua sospensione di conoscenza ad affascinare e incuriosire il viaggiatore intento a scoprirla.

Qui l’intervento umano è riuscito a essere così rispettoso del contesto naturale, che le case sembrano dune.

La Lucania è bellezza pura, cultura e laboratorio di tradizioni e sperimentazioni gastronomiche di alta qualità ci sono tanti motivi per programmare una vacanza in questo gioiello d’Italia in cui l’ospitalità è tutt’altro che un luogo comune.

“Una bellezza tutta da visitare”

Il fiore all’occhiello della Basilicata è Matera, una città che ha pochi eguali nel mondo per incanto e magia. Conosciuta come “città dei Sassi” che sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1993 e come “città sotterranea”, la città si sviluppa scavata nella roccia di tufo in un turbinio di scale, grotte, archi, terrazze da cui sbucano i caratteristici comignoli. Questa città così particolare è stata d’ispirazione a numerosi registi e sarà capitale europea della cultura per il 2019. Il periodo migliore per visitarla è senza dubbio in primavera e in autunno, quando c’è meno freddo.

Matera – Sasso Barisano

Per gli appassionati di archeologia una visita merita anche Metaponto, un paesino in provincia di Matera che è stata una colonia greca. Qui c’è l’imperdibile Museo Archeologico Nazionale di Metaponto che conserva notevoli reperti preistorici, di età greca ed età romana. Meritevole di una visita è senza dubbio la città di Melfi, una delle maggiori città della Basilicata; situata all’estremità settentrionale della regione.

 

Potenza – Vista dall’alto

Giungiamo quindi a Potenza, che domina nettamente la valle del Basento; è la città capoluogo di Regione più alta d’Italia, austera ed elegante, anche se un po’ caotica ed è di origine preromana. Le piazze, il duomo di San Gerardo, le numerose chiese, la nota Via Pretoria, la Torre Guevara, i musei racchiudono tutte le testimonianze della storia di questa città.

Fino al confine con la Calabria si estende il Parco Nazionale del Pollino fondato nel 1993. Il massiccio è alto 2250 metri circa; prati, boschi, sentieri e il Pino loricato, simbolo del parco. Un albero che ha assunto negli anni delle forme particolari con i suoi rami deformati. Non solo la flora è attrazione del parco, ma anche la sua fauna, come l’aquila reale, e i caprioli di Orsomarso.

“Disney knows children, so it’s no wonder that they feel at home on Castaway Cay”

Per gli amanti della natura sono consigliati i laghi di Monticchio, due piccole gemme incastonati nel verde del Monte Vulture (antichissimo vulcano).  I due laghi occupano le bocche crateriche dell’inattivo vulcano.   Il lago di Pantano invece è un’oasi faunistica naturale, protetta dal WWF.  La diversa profondità delle acque e la ricca presenza vegetale hanno reso il lago di Pantano un ambiente a maggiore diversità biotica.

Laghi di Monticchio
Sempre per gli amanti della natura è d’obbligo una visita al parco nazionale del Pollino. Parco più grande d’Italia, patrimonio dell’umanità dal 2015, è adatto a tutte le tipologie di turismo naturale: dal rafting alla mountain-bike, dal torrentismo all’alpinismo, fino ad arrivare allo sci di fondo grazie anche ai nevai stagionali che si formano frequentemente sulle cime più alte del massiccio che dà il nome al parco.

Maratea – Statua di San Biagio

Coloro che amano il mare resteranno soddisfatti. La Basilicata ha un’acqua cristallina non solo sulla costa ionica, ma anche nel piccolo pezzettino bagnato dal Tirreno di cui si fa portavoce la graziosa Maratea con spiagge di ciottoli e un mare di incanto. Sul monte San Biagio sovrasta, con i suoi 22 metri di altezza, il maestoso Cristo di cemento e marmo, meta di passeggiate che portano in alto ad ammirare un panorama bellissimo su tutto il circondario.

E per finire, Policoro, ha un bellissimo e particolare porto ed è famosa soprattutto per importanti eventi culturali che richiamano frotte di turisti e animano la cittadina specialmente nei periodi estivi (Blues in Town, Policoro in Swing, Balloon – Festival del fumetto e della letteratura per ragazzi, Festival della Creatività Giovanile).

CONDIVIDI
Prossimo articoloI DIRITTI DEI VIAGGIATORI

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome