CONDIVIDI

L’estate in città non deve per forza escludere il divertimento in spiaggia. Sfoggiate il vostro costume migliore e spalmatevi la crema solare mentre vi guidiamo alla scoperta delle nostre spiagge preferite nelle città europee. Godetevi i piaceri di una grande città abbinati al relax di una giornata sulla sabbia, direttamente in centro!

“Bruxelles les Bains – Bruxelles”

Dove vanno europarlamentari, diplomatici e stagisti dell’UE per rinfrescarsi dopo una lunga giornata in ufficio? La risposta è Bruxelles les Bains.

Durante i mesi estivi, le vie ciottolate lungo il canale di Bruxelles si trasformano in una spiaggia con tanto di sabbia, palme e sedie a sdraio. È il luogo ideale per una partita a beach volley, seguita da un cocktail alla frutta dissetante gustato sotto l’ombrellone.

“Islands Brygge Harbour Bath – Copenaghen, Danimarca”

Una spiaggia nel cuore di Copenaghen: realtà o utopia? La vita da spiaggia nella capitale danese non solo è realtà, ma è anche più vivace che mai, almeno in quei pochi giorni d’estate in cui splende il sole…

Il luogo più gettonato per fare il bagno è l’Islands Brygge Harbour Bath, un’area portuale un tempo industriale e cadente che è stata rimessa a nuovo dal comune danese. Oggi è un luogo di ritrovo in cui gli abitanti della capitale vengono a rinfrescarsi dopo il lavoro, per trascorrere del tempo con gli amici e godersi una birra in compagnia.

È consentito nuotare solamente all’interno delle cinque aree riservate alle piscine, due delle quali pensate per i bambini.

“Paris Plages – Parigi, Francia”

Prendete mille tonnellate di sabbia, una manciata di palme, sedie a sdraio e gelatai a ogni angolo… et voilà le Paris Plages.

Le Paris Plages sono un’iniziativa gratuita e molto apprezzata che si svolge ogni anno tra luglio e agosto. Originariamente doveva essere un luogo di evasione per le migliaia di parigini che non potevano permettersi di andare in vacanza, ma il progetto è stato adottato immediatamente dall’intera città e, attualmente, si svolge in tre località.

Attenzione, è vietato prendere il sole nudi o in topless.

“Lago di Zurigo – Zurigo, Svizzera”

Il Lago di Zurigo si estende nella parte sud-orientale della città e, grazie alla salubrità dell’acqua, in estate si trasforma in una piscina a cielo aperto che accoglie grandi e piccini. La spiaggia di Mythenquai presenta un ampio prato per prendere il sole, strutture per giochi acquatici, trampolini per i tuffi in tre diversi formati e persino lezioni di yoga.

Tiefenbrunnen è il luogo ideale se volete fare il bagno ammirando le montagne. Il punto forte è la passerella in legno di forma circolare costruita sull’acqua con una piscina al centro. In alternativa c’è sempre la storica Utoquai, una vera e propria istituzione quando si tratta di tuffarsi in città. Costruita negli anni ’90 dell’Ottocento accanto al lungolago, potete prendere il sole su apposite terrazze o nuotare fino alle piattaforme galleggianti.

“South Bank Beach – Londra, Regno Unito”

Una spiaggia a Londra? Con un po’ di immaginazione, tutto è possibile. Se siete alla ricerca di vera sabbia, dirigetevi a Gabriel’s Wharf, sulla sponda meridionale del Tamigi. Il Tamigi è un fiume soggetto alle maree, il che significa che l’acqua si ritira a determinati orari lasciando emergere un angolo di spiaggia sabbiosa.

Spesso vi si trovano persone intente ad aprirsi un varco tra sabbia e ciottoli, ed è persino possibile osservare artisti della sabbia mentre creano splendide opere d’arte.

“Blijburg aan Zee – Amsterdam, Paesi Bassi”

Anche chi ama la città sente il bisogno di affondare i piedi nella sabbia nelle torride giornate estive. È qui che entra in gioco Blijburg aan Zee, una spiaggia cittadina non affacciata sull’oceano, bensì sull’ex-baia dell’IJ, oggi un lago.

Situata sull’isola artificiale di IJburg, Blijburg attira gli amanti della spiaggia con falò, festival, musica dal vivo, feste a tema, bevande estive e piatti vegetariani e biologici da tutto il mondo. E, ovviamente, la possibilità di nuotare e rinfrescarsi in acqua.

Sin dall’apertura, ha conquistato gli abitanti della città olandese. In parole povere, fa contenti tutti (o “blij”, in olandese).

“Yaam – Berlino, Germania”

Quando arriva l’estate a Berlino, lungo il fiume Spree spuntano diverse spiagge. Palme artificiali e sabbia proveniente dai cantieri edili della città o dalla costa baltica trasformano la capitale tedesca in un (quasi) paradiso tropicale nelle calde giornate d’estate.

Uno dei bar da spiaggia più frequentati della città, nonché uno dei più rilassati, è lo Yaam, a Friedrichshain. Oltre a essere uno dei migliori ambasciatori di Berlino per quanto riguarda il reggae e altre musiche caraibiche, il bar offre anche una selezione di bevande e piatti caraibici. Vi si svolgono inoltre concerti e diverse attività sportive, e ospita anche un’area per bambini.

“Žluté lázně – Praga, Repubblica Ceca”

Sulla sponda orientale del fiume Moldava, alcune fermate del tram a sud del castello di Vysehrad, Žluté lázně offre refrigerio e divertimento con aree ricreative dedicate a sport come ping-pong, calcio, pallavolo, bocce, arrampicata… o semplicemente con una pennichella in amaca!

Oltre a un ristorante, a un bar da spiaggia e a una birreria all’aperto, sono presenti anche una piscina per bambini e una gelateria, per fare felici davvero tutti.

“Spiaggia di Långholmen – Stoccolma, Svezia”

Le estati svedesi sono relativamente fresche e gradevoli. Proprio come l’atmosfera che si respira nella capitale del paese, dove le persone approfittano delle lunghissime giornate di sole nordiche per immergersi nelle acque cristalline dello splendido arcipelago di Stoccolma.

Una delle spiagge cittadine più famose e frequentate di Stoccolma è quella di Långholmen, sull’isola omonima. Nel week-end è piuttosto affollata, con famiglie indaffarate ad allestire pic-nic sull’erba e adolescenti che prendono d’assalto la piattaforma per il nuoto. È il luogo perfetto per rilassarsi, godersi il sole e rinfrescarsi con un bel gelato.

“Donauinsel e Donaukanal – Vienna, Austria”

In estate, i viennesi affollano le aree ricreative attorno al Danubio con pic-nic in barca, passeggiate lungo le sponde del fiume o relax in spiaggia.

La Donauinsel, un’isola nel Danubio lunga 21 km, presenta spiagge di sabbia e ghiaia, oltre a bar e ristoranti. L’isola offre un mare di divertimento anche per i più piccoli: vi è infatti una spiaggia per famiglie con aree balneabili sicure e adatte ai bambini, un ampio parco giochi acquatico e un chiosco di gelati per la gioia di grandi e piccini.

Non avete bambini? Il Donaukanal (il canale del Danubio) ospita la Strandbar Hermann, dove potete rilassarvi su sedie a sdraio e gustare cocktail rinfrescanti su una spiaggia dorata. In alternativa, ad appena 5 minuti a piedi, troverete la Badeschiff, una grande imbarcazione con tanto di piscina galleggiante e ampio solarium.

“Vistola – Varsavia, Polonia”

Nell’ultimo paio d’anni, la capitale polacca è stata oggetto di un grande progetto di rinnovamento che ha trasformato le aree nei pressi della Vistola in uno spazio pubblico vivace e accogliente. Vi sono piste ciclabili, opportunità per fare vela e canottaggio e ben cinque spiagge.

Poniatówka, accanto al ponte Poniatowski, attira un pubblico variegato, forse per via dell’ampia scelta di attività a disposizione. Prendere il sole, giocare a beach volley, assistere a proiezioni di film, ma anche partecipare a falò calorosi e feste notturne a base di cocktail forniti dal bar Temat Rzeka sono solo alcune delle attività cui si dedicano gli abitanti della capitale nelle calde giornate estive.

 

CONDIVIDI
Prossimo articoloI DIRITTI DEI VIAGGIATORI

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome